Press "Enter" to skip to content

Apple vende meno iPhone, ma i numeri rimangono positivi

Ottimi risultati nel terzo quadrimestre per quanto riguarda le vendite di Apple, che sono andate oltre le più rosee aspettative, nonostante le vendite per quanto riguarda gli iPhone abbiamo subito una contrazione. Questa è la sintesi dei risultati ottenuti dall’azienda, che pur dovendo fare i conti con la crisi che ha colpito le vendite dei propri smartphone può guardare con fiducia ai prossimi mesi.

I numeri parlano chiaro, a cominciare dall’utile netto, che per il periodo preso in considerazione si è attestato su una cifra pari a poco meno di 8 miliardi di dollari, per la precisione 7,8. Per quanto riguarda il fatturato globale, il risultato è inferiore rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, visto che la cifra raggiunta è pari a 42, 4 milioni di dollari rispetto ai quasi 50 dell’anno scorso. Ma il dato è comunque positivo, perchè le previsioni degli esperti davano il fatturato sui 40 milioni di dollari circa: questo significa che i risultati sono stati migliori del previsto e le borse hanno reagito positivamente, facendo comparire il segno più vicino al titolo Apple.

Come detto, la nota dolente di numeri che nel complesso sono ottimi, risulta la vendita degli iPhone. Se lo scorso anno erano stati smerciati 47.5 milioni di pezzi, oggi si è arrivati a 40,4. Tuttavia i vertici di Cupertino non sembrano per nulla preoccupati, in considerazione del fatto che una flessione era nelle aspettative. Siamo infatti nel periodo estivo, ovvero in quella cornice di tempo in cui i consumatori aspettano ad acquistare un nuovo device mobile perchè in attesa delle novità che l’autunno porta sempre in dote. In secondo luogo Appie per prima sa che i numeri fatti lo scorso anno relativamente alle vendite degli iPhone furono sorprendenti e inaspettati. Ad ogni modo Apple è ben conscia che questo autunno dovrà presentare un dispositivo con diverse novità, capace di attirare i consumatori e di far risalire le vendite di smartphone.

Un calo si è registrato anche relativamente agli iPad. Tuttavia il calo, anche se era atteso, risulta essere più contenuto rispetto a quelli che erano i pronostici. Inoltre, se è vero che le vendite sono calate del 7% va messo l’accento su come i guadagni siano stati però maggiori rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, attestandosi su un 9% in più. Il motivo è presto detto: a fare da vero e proprio traino è stato l’iPad Pro da 9, 7 pollici.

Ovviamente molto soddisfatto Tim Cook, il quale si augura di poter avere dati ancora migliori alla fine dell’anno, quando la battaglia per le vendite vedrà scendere in campo per Apple i nuovi iPhone.
Infine, tra i vari dati positivi per l’azienda di Cupertino vi è da segnalare anche la crescita dei servizi online. Rispetto all’anno scorso App Store e tutto quello che vi ruota intorno ha fatto registrare una vertiginosa crescita: non si può che utilizzare tale espressione di fronte al +19% fatto registrare.